Indici genetici PSRN 10.2

L’azione 4 del progetto TUBAVI ha fornito indicatori utili per descrivere in modo accurato e comparato la variabilità genetica di 15 razze di pollo autoctone del territorio italiano. Inoltre, indici di variabilità genetica e di parentela sono stati calcolati in popolazioni nucleo di 7 razze italiane di pollo.

Indicatori genomici di variabilità

Quindici razze di pollo autoctone del territorio italiano sono state sottoposte a genotipizzazione con marcatori molecolari SNP (600K).

L’analisi dei risultati ha permesso di stimare diversi indicatori genomici di variabilità per le seguenti razze: Ancona, Bianca di Saluzzo, Bionda Piemontese, Ermellinata di Rovigo, Livorno (due colorazioni: Bianca e Nera), Mericanel della Brianza, Millefiori di Lonigo, Mugellese, Padovana (tre colorazioni: Argentata, Camosciata, Dorata), Pepoi, Polverara (due colorazioni: Bianca e Nera), Robusta Lionata, Robusta Maculata, Siciliana e Valdarnese.

Gli indici di variabilità genetica che sono stati calcolati sono i seguenti:

  • Indice di consanguineità stimato sulla base di un eccesso di omozigosità (FHOM): calcolato per ogni singolo individuo all’interno di ogni razza. Ha permesso di valutare se l’eterozigosi individuale è superiore o inferiore alla media attesa della popolazione
  • Indice di Eterozigosità attesa (He) e osservata (Ho): utili per valutare la variabilità effettiva presente nella razza rispetto a quella attesa; sono stati calcolati a livello di marcatore entro singola razza.
  • Indice di consanguineità sulle ROH (FROH): le ROH (Run of homozigosity) rappresentano una porzione del genoma in continua omozigosi; tanto più numerose e lunghe sono le ROH nella popolazione, tanto più elevata sarà la consanguineità genomica del soggetto. Questo indicatore è stimato per ogni singolo individuo all’interno di ogni razza.

Gli indici sono stati elaborati dai PA UniPD e UniPG; i PA hanno contribuito alla loro produzione fornendo campioni biologici.

Indicatori di variabilità genetica individuale e di parentela

Le popolazioni nucleo di 7 razze di pollo sono state sottoposte a genotipizzazione con marcatori molecolari microsatelliti.

L’analisi dei risultati ha permesso di calcolare indici di variabilità genetica individuale e di parentela nelle seguenti razze: Bionda Piemontese, Bianca di Saluzzo, Livorno, Siciliana, Mugellese, Valdarnese, Mericanel della Brianza.

Gli indici calcolati sono i seguenti:

  • Indice di variabilità genetica individuale (H-indiv): l’indice è variabile da 0 a 1; valori maggiori indicano maggiore variabilità genetica del soggetto; i soggetti con indice H-indiv più elevato sono preferibili nella scelta dei riproduttori.
  • Indice di parentela medio (P): l’indice è variabile da 0 a 1 ed è calcolato per individuo; i soggetti con indice P più basso sono preferibili nella scelta dei riproduttori.
  • Indice di parentela familiare (Pf): l’indice è variabile da 0 a 1 ed è calcolato per ogni maschio considerando l’accoppiamento con le diverse linee femminili; la scelta di maschi riproduttori con alto H-indiv e basso Pf permette di minimizzare la parentela e massimizzare la variabilità genetica in conservazione.

Gli indici sono stati elaborati dal PA UniTO in collaborazione con i PA UniPD e UniPG; i PA hanno contribuito alla loro produzione fornendo campioni biologici.