Millefiori di Lonigo

Origine geografica: Veneto, Vicenza e Veneto meridionale

Attuale consistenza: scarsamente diffusa (censimento Zanon e Sabbioni 2001)

Notizie storiche

La Millefiori di Lonigo è una risorsa genetica locale a piumaggio “millefiori” da sempre allevata in provincia di Vicenza e anche nel Veneto. L’individuazione di questa risorsa genetica risale agli anni ’20 del secolo scorso dato che in precedenza era considerata un tipo dell’Italiana locale comune. La storia della razza Millefiori di Lonigo è legata alla storia del pollame italiano e risale ai tempi dell’antica Roma. La Millefiori di Lonigo è una tra le razze selezionate e diffuse dalla Cattedra Ambulante di Agricoltura di Lonigo.

Il primo nucleo di polli di Millefiori di Lonigo arrivo all’Azienda “La Decima” dell’Amministrazione provinciale di Vicenza, nel 2007 recuperando soggetti dalla Liguria e dall’Emilia Romagna. Dopo un primo periodo di ambientamento e moltiplicazione l’Azienda La Decima ha iniziato la diffusione di pulcini a diverse Aziende Agrituristiche del territorio. Queste aziende sono quindi diventate i “custodi” di questa razza locale diffondendo, a loro volta, il prodotto del loro allevamento. È da considerare comunque che la Millefiori è allevata anche da allevatori hobbisti e pertanto la diffusione territoriale è sicuramente superiore a quella indicata nella cartina di seguito riportata. Per la stessa motivazione soggetti di Millefiori di Lonigo sono allevati anche in altre regioni.

Descrizione della razza

La Millefiori di Lonigo un pollo di tipo mediterraneo: cresta semplice a punte, molto sviluppata e diritta nel gallo, ripiegata da un lato nella femmina, bargigli molto sviluppati e rossi come la cresta. Gli orecchioni sono bianchi e l’iride dell’occhio è di color arancione come tutti i polli d razza italiana. La pelle, come i tarsi, sono di colore giallo. Le uova presentano un guscio bianco. È un pollo a triplice attitudine: carne, uova e cova. Selezionato e ambientato in territorio di pianura e collinare è rustica e razzolatrice in grado di procurarsi da solo il cibo al pascolo. Le femmine sono in grado di covare le uova e accudire alla prole. La gallina è una buona produttrice di uova grandi e se ben selezionata è tra le migliori razze che si possono allevare in campagna. I pollastri sono precoci e presentano delle buone masse muscolari. La carne è inoltre pregiata e idonea per produzioni di nicchia La Millefiori di Lonigo presenta tutte le caratteristiche morfologiche dell’Italiana comune locale. Nel gallo il portamento è superbo. Il corpo è forte e robusto, va rimpicciolendosi nella parte posteriore. Il petto è pieno e sporgente. Le ali sono strette al corpo. La testa è larga e lunga. Il becco è forte, leggermente piegato verso la punta. La cresta è semplice, diritta, grossa con denti lunghi regolari. Piegata indietro con eleganza, color rosso vermiglio. I bargigli sono lunghi, sottili e rossi. Gli orecchioni sono grandi e bianchi. Le guance si presentano nude, lisce e molto rosse. Il collo è lungo, portato diritto, ben ornato di penne. I tarsi sono forti, nudi, lunghi, con quattro dita fine e ben tese. La coda è larga, non portata alta. Le lancette sono lunghe e pendenti, formanti in bell’ornamento. Nella gallina la cresta pende da un lato. Tutti gli altri caratteri sono gli stessi del gallo.

Principali caratteristiche dei riproduttori adulti di razza Millefiori di Lonigo

Peso gallo Peso gallina Peso uovo N. uova/anno Fertilità Schiusa/fertile
2,5-3Kg 2-2,4Kg 58-64g 100-120 79-87% 52-68%

This post is also available in: Inglese