Ermellinato di Rovigo

Origine geografica della razza: Veneto

Distribuzione geografica della razza: Veneto

Popolazione totale stimata: 425 (Castillo et al., 2021)

Stato di conservazione (categoria di rischio FAO, 1998): Minacciata conservata (Castillo et al., 2021)

Origine storica della razza

La razza di tacchino Ermellinato di Rovigo, fu selezionata nel 1958 presso la Stazione Sperimentale di Pollicoltura di Rovigo con l’obiettivo di ottenere una razza che presentasse rusticità, ottime attitudini al pascolo e migliori prestazioni produttive ed economiche rispetto al tacchino comune. Questo fu ottenuto attraverso l’introduzione di sangue della razza americana Narragansett, il quale portò alla comparsa di soggetti con piumaggio grigio e tarsi di colore bruno rossastro. Successivamente, a causa di una mutazione, alcuni individui mostrarono un piumaggio ermellinato e tarsi di colore carnicino. La selezione di questi individui condusse alla creazione di una nuova razza, chiamata Tacchino Ermellinato di Rovigo, di taglia media, precoce e a rapido impennamento.
Tipico dell’area Polesana (provincia di Rovigo) può essere allevato con successo in tutte le province venete e anche in altre regioni.

Bibliografia e sitografia

Atlante dei Prodotti Agroalimentari del Veneto. Edito da Veneto Agricoltura, in collaborazione con Regione del Veneto

https://www.agraria.org/tacchini/ermellinatodirovigo.htm

Fotografie dell’archivio del Prof. Gabriele Baldan e del Prof. Massimo De Marchi.

 

Ermellinato – maschio (UniPD)

 

Ermellinato – femmina (UniPD)

Descrizione della razza caratteri qualitativi

Colorazioni del piumaggio: Ermellinato

Caratteristiche della colorazione: Bicolore, bianco con disegno nero

Struttura della colorazione: Piumaggio bianco ermellinato uniforme su tutto il corpo, con sfumature grigie argentate e striature nere. Ogni penna ha una fascia trasversale nera ed è orlata con un bordo di circa due centimetri di colore bianco. Il dorso, le copritrici della coda ed i fianchi hanno un disegno più pronunciato. Il petto ha un disegno a scaglie. Le penne della coda hanno lo stesso disegno delle altre ma con l’orlatura bianca molto più larga. Le remiganti primarie sono grigio nere con rachide bianca, le secondarie bianche con la parte terminale delle barbe esterne nera. Nella femmina il disegno è uguale, ma molto meno marcato.

Colore del piumaggio dei pulcini: Giallo chiaro

Testa: Nuda nel maschio e leggermente impiumata nella femmina, ricoperta di caruncole e verruche di colore rosso più o meno intenso e di diversa grandezza

Faccia: Nuda, con appendici carnose di colore rosso-bluastro

Collo: Nella parte superiore, guarnito di caruncole di colore bluastro che diventano rosse quando l’animale è eccitato; piumaggio di colore bianco

Caratteristiche delle caruncole: Di colore rosso o rosso-bluastro; la protuberanza carnosa sopra il becco è generalmente ben sviluppata

Colore del bargiglio: Rosso pallido, molto sviluppato

Colore dell’iride: Generalmente scuro, spesso marrone; occhi brillanti e grandi

Colore del becco: Becco lungo e forte, leggermente ricurvo e di color corno tendente al giallino

Colore della pelle: Bianca

Colore tarsi: Carnicino

Calzatura dei tarsi: Nudi

Caratteri morfologici quantitativi

Caratteri quantitativi riproduttivi e produttivi

Caratteristiche di ovodeposizione, cova e incubazione

Caratteristiche dell’uovo

Caratteristiche riproduttive

Dati di macellazione (a 190 giorni)

Caratteri genetici

Caratterizzazione della razza con Polimorfismi a Singolo Nucleotide (SNPs)

Caratteristiche della razza per l’allevamento

I valori presentati sono stati registrati nelle popolazioni nucleo conservate presso l’Università degli Studi del Molise (UniMOL) a presso l’Azienda pilota e dimostrativa Sasse Rami di Ceregnano (RO).
Ultimo aggiornamento: 29 dicembre 2023

Raccolta di germoplasma

35
La razza è presente in Criobanca con 35 dosi di seme da 8 donatori.

Ermellinato di Rovigo