Romagnolo

Sinonimi o nomi locali: Tacchino di Romagna

Origine geografica: Romagna

Distribuzione geografica della razza: Emilia-Romagna

Popolazione totale stimata: 31 (Castillo et al., 2021)

Stato di conservazione (FAO, 1998): Critica conservata

Origine storica della razza

Il Tacchino Romagnolo è una razza originaria della Romagna con una storia interessante e un ruolo unico nella tradizione avicola locale. Secondo alcuni autori, in passato non veniva considerato una razza vera e propria, ma piuttosto un ecotipo risultante da incroci di razze locali. Questa caratteristica poteva essere attribuita alla sua pelle gialla paglierina e alle dimensioni ridotte, che lo rendevano poco appetibile nei mercati locali. Tuttavia, all’estero, in particolare in Francia, i tacchini Romagnoli erano molto richiesti, specialmente gli esemplari di taglia ridotta, che pesavano tra i 2,5 e i 3 kg.
Questa razza si distingue dalle altre razze autoctone italiane per alcune caratteristiche uniche, tra cui la taglia ridotta, la pelle di colore giallo e una notevole variabilità genetica nelle livree. In passato, è stata allevata principalmente per l’instinto materno delle femmine e per la qualità della carne, ritenuta saporita e di alta qualità.
Oggi, l’allevamento e la conservazione del Tacchino Romagnolo sono principalmente affidati ad allevatori amatoriali e associazioni, con un ruolo di primo piano svolto dall’A.R.V.A.R. (Associazione Razze e Varietà Autoctone Romagnole), che si impegna da anni nella tutela e nel recupero della razza.

Bibliografia

Tacchino Romagnolo. Scheda tecnica per l’iscrizione al repertorio. Regione Emilia-Romagna

https://www.agraria.org/tacchini/romagnolo.htm

Caratteri morfologici qualitativi

Colorazioni del piumaggio: Bianco picchiettato di nero, Bianco picchiettato di rosso, Bronzato ad ali nere, Grigiastro, Variopinto, Rosso uniforme, Nero sbiadito

Caratteristiche della colorazione:
Monocolore: Bronzato ad ali nere, Grigiastro, Rosso uniforme, Nero sbiadito
Bicolore: Bianco picchiettato di nero, Bianco picchiettato di rosso
Multicolore: Variopinto

A seconda della livrea, le remiganti primarie e secondarie possono essere prive del classico disegno a strisce alternate (barratura).

Struttura della colorazione: Sono ammesse diverse colorazioni che, in parte, potrebbero renderlo simile ad altre razze autoctone presenti nel nostro Paese. Tuttavia, i migliori indicatori per identificarlo sono la mole particolarmente ridotta e la pigmentazione giallastra della pelle. Non essendo la popolazione selezionata per colorazione spesso i colori possono mancare di uniformità.

Bianco picchiettato di nero – sotto forma di screziatura o disegno classico ermellinato

Grigiastro – perniciato argento a maglie nere

Variopinto – combinazione di toni neri, rossi e bianchi, con aree di piumaggio con iridescenze cangianti

Rosso uniforme – colore rosso uniforme e sostenuto su tutto il corpo

Nero sbiadito – colore nero inchiostro privo di particolare iridescenza

Colore del piumaggio dei pulcini: Variabile dal giallo al grigio, con piumino uniforme, screziato o striato

Testa: Generalmente nuda, di dimensioni medio-piccole

Faccia: Nuda, presenta caruncole di medio sviluppo e coralli con granulazioni piuttosto fini, di colore rosso tendente al bluastro o al bianco a seconda del grado di eccitazione

 

Romagnolo variopinto – maschio (UniMOL)

 

Romagnolo grigiastro – femmina (UniMOL)

Collo: Di colore variabile, arcuato e di lunghezza media, con caruncole nella parte craniale; il bargiglio presente nella parte ventro-craniale è maggiormente sviluppato nel maschio.

Caratteristiche delle caruncole: Mediamente sviluppate, con granulazioni piuttosto fini e di colore rosso tendente al bluastro. È solitamente presente la protuberanza carnosa sopra il becco.

Colore del bargiglio: Variabile, spesso in sintonia con il colore delle caruncole

Colore dell’iride: Da bruno scuro a nero con pupilla prominente; occhi grandi, molto vivaci

Colore del becco: Becco piuttosto corto, ma forte, leggermente ricurvo e di color corno

Colore della pelle: Da giallo acceso a giallo pallido paglierino

Colore dei tarsi: Variabile dal nero al corno, fino ad una colorazione screziata

Calzatura dei tarsi: Nudi

Altri caratteri visibili specifici e distinti: Razza di mole particolarmente ridotta con pelle dalla pigmentazione gialla

Caratteri morfologici quantitativi

Caratteri quantitativi riproduttivi e produttivi

Caratteristiche di ovodeposizione, cova e incubazione

Caratteristiche riproduttive

Peso corporeo e caratteristiche di crescita

Caratteristiche della razza per l’allevamento

I valori presentati sono stati registrati nelle popolazioni nucleo conservate presso l’Università degli Studi del Molise (UniMOL).
Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2023

Raccolta di germoplasma

68
La razza è presente in Criobanca con 68 dosi di seme da 8 donatori.

Romagnolo