Mericanel della Brianza

Origine geografica: Lombardia (area della Brianza)

Distribuzione geografica della razza: Lombardia

Popolazione totale stimata: 160 (Castillo et al., 2021; ANCI, 2022)

Stato di rischio di estinzione (FAO, 1998): Minacciata conservata

Altre info specifiche della razza: Razza nana (Bantam)

Origine storica della razza

La razza Mericanel della Brianza (MB) deriva probabilmente da incroci fra razze autoctone lombarde e razze nane di origine asiatica introdotte nel Nord Italia a partire dal XVII secolo fino al secolo scorso. A quel tempo, gli scambi commerciali erano frequenti e riguardavano anche l’agricoltura e l’allevamento; gli scambi con i mercanti veneziani, favoriti dalla vicinanza territoriale, furono probabilmente la via di ingresso dei polli nani asiatici causando la comparsa di razze di piccola taglia nel Nord Italia, come la Pepoi in Veneto e la MB in Lombardia.

Il nome della razza deriva dal suo territorio di origine, la Brianza, una area geografica collinare che si estende a nord-est di Milano, comprendendo le province di Monza-Brianza, Lecco, Como e una piccola parte della provincia di Milano. Il nome Mericanel si suppone derivi dalla contrazione dialettale brianzola di ‘americano’, pensando erroneamente che la terra di origine della razza fosse l’America, oppure dall’appellativo brianzolo ‘mericanel’ riservato ai bambini particolarmente vivaci.

All’inizio del XX secolo, i polli MB erano presenti nell’allevamento familiare allo stato brado di polli rurali. La Brianza del XIX e XX secolo era terra povera a spiccata vocazione agricola, dove la popolazione contadina viveva di economia di sussistenza impostata sulla mezzadria; in questo contesto il pollo non veniva di fatto foraggiato, con la sola eccezione dei capponi destinati alla mensa dei borghesi. I polli MB, quindi, vivevano liberi a ridosso dei poderi e delle cascine senza ricevere particolari attenzioni alimentari, né di selezione delle colorazioni.

I polli MB hanno forme proporzionate, linee arrotondate e notevole eleganza, ma sono anche dotati di temperamento e carattere forte. È una razza rustica, che preferisce gli spazi all’aperto, molto vivace, poco esigente e capace di reperire in natura diversi alimenti (insetti, frutti e altri vegetali) per soddisfare i propri fabbisogni nutritivi; presenta una indole selvatica e una buona capacità di volo che gli permette di raggiungere anche i rami più alti degli alberi a una distanza dal suolo anche di 12 o 15 metri. Le galline possiedono caratteristiche peculiari che la rendono ottima covatrice e, soprattutto, ottima madre capace di difendere e condurre la prole in modo esemplare. A livello rurale, la razza non è mai stata selezionata in base alle varietà di colore, ma piuttosto per il mantenimento di altre caratteristiche, come la rusticità, la dimensione ridotta, i tarsi a cute gialla.

Il MB appartiene alle razze nane o bantam che in passato sono spesso state classificate come “di lusso” poiché, sebbene numerose e diffuse in Europa fin dall’antichità, le piccole dimensioni dei capi e delle uova non le rendeva adatte al consumo e, di conseguenza, erano allevate prevalentemente come razze ornamentali da voliera. A inizio 1900, alcuni Autori ritenevano che le razze nane non dovessero nemmeno essere descritte nei manuali di avicoltura proprio perché considerate non di utilità. Tuttavia, la elevata attitudine alla cova, anche di uova appartenenti ad altre specie (i.e. selvaggina da penna), la facile gestione degli animali e la sviluppata attività di razzolamento, sfruttata per tenere puliti i cortili delle antiche ville familiari, ne hanno garantito la sopravvivenza.

Bibliografia

Tona M, Tona S (2017) Mericanel della Brianza. Storia, territorio, allevamento e selezione. Ed. Bellavite, GreenPrinting, Missaglia (LC)

Trevisani G (1919) Pollicoltura con Appendice sull’allevamento industriale dell’anatra. 10a Edizione, U. Hoepli Editore Libraio della Real Casa, Milano

Caratteri morfologici qualitativi

Morfologia delle piume: normale

Distribuzione delle piume: normale

Conformazione del piumaggio: rigido, ricco con penne larghe

Colorazione del piumaggio:
Colorazioni più diffuse: Bianca, Nera picchiettata bianca, Collo oro
Altre colorazioni: Nera, Collo oro bianca, Collo argento

Caratteristiche della colorazione:
Monocolore senza dimorfismo sessuale: Bianca, Nera
Bicolore senza dimorfismo sessuale: Nera picchiettata bianca
Bicolore/multicolore con dimorfismo sessuale: Collo oro, Collo argento, Collo oro bianco

Struttura della colorazione:
Bianca – Bianco purissimo, più lucente nel gallo. Piumino bianco.

Nera – Nero intenso, nel gallo con forti riflessi verdi lucenti. Piumino da grigio a nero, nel gallo anche più chiaro.

Nera picchiettata bianco – Piumaggio nero brillante con riflessi verdi. Diverse penne hanno la punta macchiata di bianco possibilmente a forma di ‘V’. La picchiettatura deve essere distribuita il più uniformemente possibile. E’ un pregio la presenza delle macchie bianche anche sulla punta delle remiganti, delle falciformi e della mantellina. Nel gallo il disegno è meno marcato rispetto alla gallina, quindi appare più scuro; sono ammesse da uno a 4 remiganti primarie bianche. A livello dei tarsi è tollerata la presenza di sottili striature nerastre. Piumino da cenerino a grigio.

 

Mericanel della Brianza bianca – gallo (UniMI)

 

Mericanel della Brianza bianca – gallina (UniMI)

 

Mericanel della Brianza nera picchiettata bianco – gallo (UniMI)

 

Mericanel della Brianza nera picchiettata bianco – gallina (UniMI)

 

Mericanel della Brianza collo oro – gallo (UniMI)

 

Mericanel della Brianza collo oro – gallina (UniMI)

Collo oroGallo: testa giallo oro intenso; mantellina giallo oro leggermente più chiara nella parte terminale. Con fiamme nere a riflessi verdi. Dorso, spalle e copritrici delle ali rosso scuro brillante. Lanceolate della groppa giallo oro, con fiamme nere a riflessi verdi. Grandi copritrici delle ali nere con riflessi blu/verde metallici. Remiganti primarie nere, con stretto bordo bruno nella parte esterna. Remiganti secondarie con parte interna e punta nere, parte esterna bruna che forma il triangolo dell’ala. Petto nero a riflessi verdi senza tracce di bruno. Ventre e gambe nere. Coda nera con forti riflessi verdi. Piumino grigiastro. Gallina: testa giallo oro; mantellina giallo oro con fiamme nere a riflessi verdi. In generale, piumaggio oro bruno con fine pepatura nera regolarmente distribuita, con rachide anche più chiara. Remiganti primarie nere con stretto bordo esterno bruno pepato. Remiganti secondarie con parte interna nera e parte esterna bruno pepata. Petto salmone, più scuro nella parte alta. Ventre e gambe grigio/bruno. Coda nera, le due grandi copritrici superiori disegnate come il resto del piumaggio.

Collo oro bianco – Gallo: colore predominante bianco crema. Testa rosso/arancio. Mantellina giallo oro chiaro che diventa più carico, con fiamme bianco crema, verso la parte terminale. Dorso, spalle e copritrici delle ali rosso carminio scuro; il colore del dorso schiarisce verso la groppa. Lanceolate della groppa arancio fino ad arancio chiaro con sottili fiamme bianco crema appena visibili. Grandi copritrici delle ali bianco crema che formano le fasce dell’ala. Remiganti primarie bianco crema, sottile orlo esterno bruno chiaro ammesso. Remiganti secondarie con parte interna e punta bianco crema, parte esterna bruno rossastro che forma il triangolo dell’ala. Coda bianco crema, nei soggetti intensamente colorati sono ammesse leggere spruzzature nere sia sulle falciformi sia sulle timoniere. Nei galli adulti sono ammessi leggeri margini rosso chiaro sul petto e sulle copritrici della coda. Piumino bianco crema. Gallina: Piumaggio bianco crema. Testa giallo oro chiaro. Mantellina giallo oro chiaro con fiamme bianco crema. Petto e parte anteriore del collo color salmone intenso e uniforme.

Collo oro argento – Gallo: Testa bianco argento. Mantellina bianco argento con fiamme nere a riflessi verdi. Dorso, spalle e copritrici delle ali bianche. Lanceolate della groppa bianco argento con fiamme nere a riflessi verdi. Grandi copritrici delle ali nere con riflessi verde/blu metallici. Remiganti primarie nere con stretto orlo bianco nella parte esterna. Remiganti secondarie con parte interna e punta nere, parte esterna bianca che forma il triangolo dell’ala bianco puro. Petto nero a riflessi verdi senza tracce di bianco. Ventre e gambe nere. Coda nera con forti riflessi verdi. Piumino grigiastro. Gallina: Testa bianco argento. Mantellina bianco argento con fiamme nere a riflessi verdi. Piumaggio in generale grigio argento con fine pepatura nera regolarmente distribuita, rachide bianca ammessa. Remiganti primarie nere con stretto bordo esterno bianco argento pepato. Remiganti secondarie con parte interna nera e parte esterna argento pepata. Petto salmone, più scuro nella parte alta. Ventre e gambe grigie. Coda nera, le due grandi copritrici superiori disegnate come il resto del piumaggio.

Colore piumaggio pulcini: Giallo, grigio, rossiccio in funzione della livrea

Tipo di cresta: Cresta semplice, dritta, rossa, di tessitura fine, impiantata stretta, dentellata, il lobo staccato nettamente dalla nuca; nella gallina può essere portata piegata su un lato senza coprire l’occhio, ma spesso è dritta.

Dentatura della cresta: Cinque punte

Colore orecchioni: Rossi

Colore del becco: Da giallo a corno

Colore dell’iride: Arancione

Colore pelle: Giallo

Colore tarsi: Giallo zafferano

Calzatura dei tarsi: Nudi

Bibliografia

Tona M, Tona S (2017) Mericanel della Brianza. Storia, territorio, allevamento e selezione. Ed. Bellavite, GreenPrinting, Missaglia (LC)

Caratteri morfologici quantitativi

Caratteri quantitativi riproduttivi e produttivi

Caratteristiche di ovodeposizione, cova e incubazione

Caratteristiche dell’uovo

Caratteristiche riproduttive

Peso corporeo e caratteristiche di crescita

Mortalità

Caratteristiche della razza per l’allevamento

I valori presentati sono stati registrati nella popolazione nucleo conservata presso l’Università degli Studi di Milano (UniMI).
Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2023

Raccolta di germoplasma

44
La razza è presente in Criobanca con 44 dosi di seme da 9 donatori.

Mericanel della Brianza