Padovana

Origine geografica: Veneto

Consistenza attuale (FAO, 1998): non a rischio (Castillo et al., 2021)

Notizie storiche

La razza Padovana dal gran ciuffo è descritta e illustrata nell’opera Ornithologiae di Ulisse Aldovrandi (1600). Altre citazioni del ‘500 riportano l’esistenza, nel padovano, di una razza di pollo particolarmente produttiva e famosa. Incerta l’origine della razza, probabilmente giunta in Italia nel 1300 dalla Polonia, forse ad opera di Giovanni Dondi Dell’Orologio, nobile padovano, insigne medico ed astronomo, conquistato dalla bellezza e dall’eleganza di questi polli, tanto da essere considerati animali di lusso. L’origine rimane, comunque, problematica e si intreccia, oltre che alla gallina polacca, anche con quella olandese, che presenta il ciuffo, ma non la barba. Moltissime delle pubblicazioni del XIX e XX secolo inerenti all’avicoltura riportano l’esistenza della razza Padovana descrivendola con dovizia di particolari. Per tutto il Novecento il suo numero si è particolarmente ridotto, essendo allevata da pochi avicoltori amatoriali.

Descrizione della razza

Pollo medio/leggero, elegante ed ornamentale, con corpo mediamente lungo caratterizzato dal ciuffo voluminoso e dalla barba molto sviluppata. Il tronco, leggermente allungato, largo alle spalle, si restringe verso la groppa mentre la testa, di media grandezza, presenta un’ernia craniale molto sviluppata e ciuffo voluminoso. Il becco risulta forte, leggermente arcuato, con narici molto ingrossate. Gli occhi si presentano grandi, rotondi, vivaci. La cresta è assente come anche i bargigli, anche se in alcuni esemplari sono rudimentali o comunque nascosti dalla barba. La faccia si presenta con bel colore rosso, ricoperta dalla folta barba che maschera gli orecchioni. La barba è piena, abbondante, divisa in tre parti, con i favoriti che coprono la faccia e la barba propriamente detta che copre completamente la gola, associata a un ciuffo che si distingue a seconda del sesso: nel gallo è grande con penne lunghe ma che lasciano liberi gli occhi, strette ed appuntite, ricadenti indietro sulla nuca; nella gallina si presenta a forma di fiocco, come una palla, pieno.

Gli esemplari presentano un collo di lunghezza media, pieno con mantellina abbondante, spalle larghe e arrotondate e un dorso di lunghezza media, portato leggermente inclinato verso la groppa che è abbondantemente impiumata. Le ali, mediamente lunghe, sono portate aderenti al corpo mentre la coda è piena, portata semiaperta nella gallina, larga nel gallo, con falciformi ben arcuate. Il petto, pieno, si presenta ben arrotondato; il corpo è sostenuto da zampe di media lunghezza, evidenti, ben impiumate. I tarsi di media lunghezza spiccano per la loro finezza, per lo più senza piume. Questa razza è molto particolare per la muscolatura molto intensa e per la pelle morbida e bianca. Il ventre è ben sviluppato e morbido. In genere i polli di razza Padovana sono di taglia media, con ossatura piuttosto fine, piumaggio ben aderente e folto, con punte delle penne arrotondate. I pregi particolari di questa razza sono: il ciuffo pieno, voluminoso, di forma circolare nel gallo e a palla nella gallina, associato a una barba ben sviluppata e a una mantellina abbondante.

Principali caratteristiche dei riproduttori adulti di razza Padovana

Peso gallo Peso gallina Peso uovo
1,8-2,3 kg 1,5-2 kg 50-60 g
N. uova/anno Fertilità Schiusa/fertile
180-200 90-97% 77-88%

Fotografie dell’archivio del Prof. Gabriele Baldan e del Prof. Massimo De Marchi.

Modenese

Padovana